Menu principale:

HOTEL PENSIONE LE DUNE


Vai ai contenuti

Da vedere

ASCOLI PICENO

Città di origine preistorica, i primi insediamenti umani in loco si fanno risalire all'età neo-eleolitica, ad opera di genti provenienti dal bacino del Mediterraneo,cui si sovrapposero, in epoche successive, nuove ondate migratorie: dei Pelasgi, popolo stanziato nell'Asia Minore, anteriormente all'anno Mille a.C. e poi i Piceni, popolazioni italiche di ceppo indoeuropeo, intorno al VIII sec. a.C..
Secondo alcuni autori latini (Plinio il Giovane, Festo), Ascoli fu fondata dai Sabini, mossisi dai loro territori per voto di primavera sacra ("ver sacrum").

La tradizione vuole che questo popolo, nella sua migrazione verso est fosse guidato da un picchio, uccello sacro a Marte, da cui deriverebbe il toponimo Piceno. I primi contatti di Ascoli con Roma furono di natura commerciale e l'antica strada Salaria fu tramite obbligato degli scambi.

Tracciata lungo gli alvei del Tevere, del Velino e del Tronto, su di essa transitavano i carri ricolmi di sale, che dal Tirreno all'Adriatico risalivano le zone montuose dell'interno.
Occorre giungere al 299 a.C. per avere notizie del primo impatto politico-militare tra Piceni e Roma.

La dotazione artistica e monumentale
La storia plurimillenaria della città di Ascoli Piceno si legge nelle vestigia del suo passato più remoto, nei sorprendenti palinsesti delle facciate delle sue case d'impianto medioevale, nel reticolo "antico" delle vie e delle rue, nelle sue piazze "assorte, ma comunitarie" (Paolo Volponi).

Ripartita nello schema del castrum romano, dal decumano (l'attuale Corso Mazzini) e dal cardo massimo (Via Pretoriana, Via Trivio), la città storica appare compattata e ben protetta entro la tenaglia, chiusa ad est, del fiume Tronto e del suo affluente Castellano.
La città nuova sciama verso levante, seguendo la corsa del Tronto al mare.
Erano e sono due centri nevralgici della vita cittadina: PIAZZA DEL POPOLO, luogo dell'antico foro e della residenza dei Capitani del popolo, nonché centro commerciale; PIAZZA ARRINGO o dell'ARENGO, centro politico della città con il Palazzo Anzianale (Arengo) e la residenza Vescovile.

Chiusa da portici sui lati sud-est e da brevi richiami di logge su quello ovest, PIAZZA DEL POPOLO, fiore all'occhiello della città e suo prestigioso biglietto da visita, è, con le vie d'accesso, isola pedonale.

La piazza assume l'attuale unitaria consistenza architettonica tra i secoli XV e XVI.
Domina sul lato nord l'imponente quinta scenografia costruita dal fianco laterale del TEMPIO DI S. FRANCESCO, iniziato nel 1262 e completato nel 1550, dopo varie riprese dei lavori nel 1371 e nel 1461.
Secondo recenti studi, per la transizione dal primo impianto romanico al romanico-gotico, si avvale anche della consulenza di Frà Bevignate. Dispone di una cupola, di due snelle torri gemelle e di sette absidi poligonali.


Numeri utili: (pref. 0736)
Municipio: 2981 - fax 29 82 38
Ente Quintana: 0736 / 29 82 23
Ufficio IAT: 0736 / 25 30 45
Pinacoteca civica: 0736 / 29 82 13
Carabinieri:0736 / 25 06 46
Guardia Medica: 118
Farmacia comunale: 0736 / 25 96 49

Dove Mangiare:

 

Ristorante Al Teatro, via del Teatro, 3-tel. 0736/253549
Ristorante Biberon, via Tornasacco, 5- tel. 0736/254711
Ristorante Boccaccio, via Castellana, 5- tel. 0736/250055
Ristorante Boccon Divino, via D'Argillano, 29-tel. 0736/262168
Ristorante Caminetto Ascolano, Piazza Arringo, 31-tel.0736/259386
Ristorante Casanova, C.so Mazzini, 40-tel. 0736/254058
Ristorante Cefel˜, frazione Piagge, 275-tel. 0736/254525
Ristorante Cento Torri, via Clementi, 9-tel. 0736/259465
Ristorante C'era una volta, frazione Piagge, 336- tel. 0736/261780
Ristorante Cherry One, via Erasmo Mari, 38-tel. 0736/41908
Ristorante Dal Vagabondo, via D'Argillano, 29-tel. 0736/262168
Ristorante Dietro le Quinte, via Q. Rufo, 14-tel. 0736/262492
Ristorante Gallo d'Oro, Corso Vittorio Emanuele, 13- tel. 0736/253520
Ristorante Gli Amici, via Foro Boario, 59-tel.0736/41805
Ristorante Guerriero, via Erasmo Mari, 38-tel. 0736/641908
Ristorante Kursaal, via Mercantini, 68- tel. 0736/253140
Ristorante Il Cacciatore, da Segˆ, Colle San Marco-tel0736/351114
Ristorante Il Frutteto, fraz. Valli di Lisciano, 236-tel. 0736/45760
Ristorante Incicco, via Vesta, 28-tel. 0736/250034
Ristorante Io Nerone, via Fabriano, 4 -tel. 0736/47903

Ristorante Il nuovo grottino, Piazza Ventidio Basso, 2-tel. 0736/251909
Ristorante Il Pergolato, viale della Repubblica, 18-tel. 0736/45631
Ristorante La Brace, frazione Brecciarolo- tel. 0736/402808
Ristorante La Grande Cina, via Cairoli, 24- tel. 0736/253979
Ristorante La Voglia Matta, V.le Indipendenza, 7 tel.0736/641964
Ristorante L'albero del Piccioni, fraz. S. Maria in Capriglia,105-tel. 0736/310237
Ristorante La Locandiera, via Trieste -tel. 0736/262509
Ristorante La taverna del Longobardo, Castel Trosino tel. 0736/256781
Ristorante Locanda dei Longobardi, via dei Soderini, 27- tel.0736/256999
Ristorante Mastro ciliegia, via di Vesta, 28-tel. 0736/250034
Ristorante Mari e Monti, via Piceno Aprutina, 1-tel. 0736/46965
Ristorante Mosè, via delle Begonie, 40-tel 0736/343546
Ristorante Esso Località Monticelli- tel. 0736/41802
Ristorante Taverna di Cecco, piazza Matteotti, 9-tel. 0736/250560
Ristorante Taverna nera, via Q.C. Rufo, 30-tel. 0736/254294
Ristorante Tornasacco, Piazza del Popolo, 36- tel. 0736/254151
Ristorante Trattoria del Corso, corso Mazzini, 277-tel. 0736/256760
Ristorante Trattoria Picena, piazza Viola, 13-tel. 0736/259358
Ristorante Villa Alvitreti, via dell'Aspo, 15-tel. 0736/342868
Ristorante Vittoria, via Bonaccorsi- tel. 0736/259535

Home | La pensione | Dove siamo | Da vedere | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu